In merito alla riforma elettorale in Sicilia, il Segretario Politico Nazionale, leggendo alcune dichiarazioni sia dei partiti che del M5S, ha affermato che il problema non è la legge elettorale, soprattutto in un mpp bannermomento dove la legittimazione popolare è ai minimi storici quanto piuttosto la classe politica sia di maggioranza che di opposizione che, temendo per la loro rielezione tendano di precostituire una riforma che garantisca la loro elezione. Bene dice l’on.le Cancelliere che la gente ne terrà conto nel momento opportuno, ed ha continuato che si augura che piuttosto che parlare di continue ed inutili riforme sarebbe opportuno confrontarsi sui programmi e sul progetto per il rilancio di una regione ormai ridotta alla “miseria” sotto tutti i profili.